Avere una pancia tonica e piatta, non è forse il desiderio di tutti?

Vediamo 7 consigli utili per raggiungere questo obiettivo senza grandi rinunce!

1- Evitare la frutta a fine pasto .

La frutta occupa un posto fondamentale in un’alimentazione sana ed equilibrata, ma per evitare problemi di gonfiore addominale, meglio consumarla lontano dai pasti, mangiata subito dopo significa digerirla più lentamente favorendo la fermentazione dei cibi precedentemente assunti.

E’ facile infatti ritrovarsi con la pancia gonfia quando si conclude un pasto a base di carboidrati complessi come pasta, pane e patate, proprio con la frutta; questo è dovuto alla fermentazione degli zuccheri presenti nella Frutta.

Ricorda però che la frutta è un alimento che non deve mai mancare nella nostra dieta giornaliera, quindi, consumala, con almeno due ore di distanza dal pasto. Lo stesso, vale per i dolci!

2- La tisana di semi di finocchio.

Un ottimo alleato per sgonfiare la pancia!

Per la sua preparazione si utilizza il finocchietto selvatico, che non è quello che viene coltivato come ortaggio, ma è una pianta aromatica diffusa in Italia, che cresce in maniera spontanea. Del finocchietto selvatico si utilizzano fiori, foglie e semi.

Per la realizzazione di tisane e decotti, i semi sono i più preziosi in quanto ricchi di oli essenziali dalle proprietà digestive e diuretiche; perfetti quindi come infuso dopo pasto, contro la digestione lenta, gonfiore e flatulenza.

Un cucchiaio di semi di finocchio in acqua bollente, lasciare in infusione per 10 minuti e poi filtrare.

3- Mangiare lentamente e masticare bene.

Oltre a fare attenzione a cosa mangiamo è importante riflettere su come mangiamo. Per avere una pancia piatta è fondamentale prendersi il giusto tempo per mangiare. Se non si mastica bene si favorisce la formazione di gas intestinali e gonfiore, invece una corretta e lenta masticazione rende il cibo più liquido e più facile da digerire.

Inoltre sono necessari circa venti minuti, affinché  il segnale della sazietà dallo stomaco arrivi al cervello: dunque  mangiando velocemente è facile superare il quantitativo di cibo necessario.

4- Assumere fibre.

La pancia gonfia accompagnata alla stitichezza è frequente nelle persone con un alimentazione scarsa in fibre è ricca di proteine animali.
Per avere una pancia piatta e favorire il transito intestinale devono essere presenti nella tua alimentazione quotidiana, cereali integrali come farro, pasta e riso integrale, le verdure sia cotte che crude e la frutta.

Nello specifico:

  • Le fibre insolubili presenti nei cereali integrali non vengono digerite e assimilate dal corpo, ma svolgono l’importante funzione di rendere le feci più morbide e facili da eliminare.
  • Le fibre idrosolubili presenti nella verdura riducono l’assorbimento dei grassi e degli zuccheri alimentari.

5- Coricarsi dopo il pasto.

Dopo aver gustato una bella cena, soprattutto gli uomini, fanno fatica a resistere al classico abbiocco post pranzo e sono tentati dal coricarsi sul divano. 

Rimanere sdraiati subito dopo un pasto rallenta il processo di digestione con conseguente gonfiore. L’ideale è attendere almeno 2 ore prima di coricarsi, per favorire un corretto passaggio del cibo dallo stomaco all'intestino.

6- Combinazioni alimentari da evitare.

Se ingeriamo due alimenti che richiedono processi digestivi diversi andiamo incontro a un rallentamento della digestione, con conseguente fermentazione e produzione di gas.
Vediamo alcune combinazione da evitare:  

  • evita il classico abbinamento latte e caffè;
  • non abbinare i carboidrati come pane, pasta e patate con la carne;
  • niente formaggi in combinazione con i pomodori;
  • evitare l'abbinamento dei legumi con proteine di natura diversa, per esempio la carne;
  • non mangiare l’insalata dopo il primo piatto, la verdura cruda ad inizio pasto contribuisce a saziare prima  e a migliorare la digestione, consumata dopo invece, resta maggior tempo nel tratto digerente, creando fermentazioni e gas.

7-  Enzimi digestivi e Probiotici.

  • Gli enzimi digestivi : sono molecole di natura proteica che aiutano l'apparato digerente a scomporre i cibi introdotti mediante l'alimentazione, rendendoli facilmente assimilabili.

Se non sono presenti in quantità adeguate la nostra digestione diventa più lunga e difficile e il corpo accumula scorie e gonfiore.

  • I Fermenti probiotici.

Rinforzare la flora batterica è importante per potersi liberare del gonfiore addominale. Assumere fermenti lattici vivi nell'ambito di un’alimentazione sana, favorisce un microbiota intestinale bilanciato che migliora i processi legati alla digestione degli alimenti.

Se hai memorizzato i 7 consigli, vedrai che la pancia gonfia resterà solo un ricordo!

Postato in Pancia gonfia il 18/06/2019

Cerchi un contenuto in particolare?

Usa il nostro motore di ricerca interno per cercare, recensioni, video e prodotti.